La cucina

Oggi Primo è la “casa” di molti gourmet, curiosi, goderecci, che vengono ad assaggiare piatti con radici ben piantate nei prodotti del territorio, che lo chef, Marco Gallotta, prepara esplorando antiche lavorazioni, annusando frutti ed erbe, rivisitando le antiche preparazioni con soluzioni d’avanguardia.
Il punto di partenza è la tradizione, il gusto di piatti “di casa”, familiari e intimi, elaborati con attenzione e ripensati con stile e linearità. La ricerca è sui profumi del mediterraneo, sui condimenti e su una ristretta selezione di ottimi prodotti laziali. Continua ricerca di materie prime di qualità e possibilmente biologiche. Ecco la filosofia del ristorante Primo. Mangiare bene a Roma a due passi dal centro storico, al Pigneto… è una gustosa realtà!

Interpretare i prodotti del territorio senza smettere di fare ricerca, è l’obiettivo di Marco Gallotta, chef e parte della proprietà di Primo al Pigneto. Senza mai perdere di vista gli insegnamenti più intimi, della mamma, e quelli dei suoi maestri, Marco compone una personale sinfonia della tradizione gastronomica italiana. Un menù che rispetta le stagioni e porta in tavola il profumo della terra e del mare, ma soprattutto gli “inserti” quotidiani: la triglia appena pescata da suo fratello, le erbette di campo di Vanda e Francesco vignaioli di Fondi, l’olio di Paolo Orsini di Priverno, la pasta fatta a mano di Tony Gamberoni, e il pecorino di Daniele, che passa da Primo un paio di volte al mese.
Il tutto a due passi dal centro di Roma, 650 metri da Piazza Lodi, San Giovanni.